Cavart 2024

Cava di tufo, Sennori

Venerdi 26 Luglio, ore 19
Cavart 2024

Programma

Ritorna a Sennori, nell’ex cava di tufo, oggi suggestivo anfiteatro che si affaccia sul Golfo dell’Asinara, il festival delle arti e della cultura ambientale “CAVART – EXTRAZIONI CULTURALI vibrazioni e risonanze eco – creative”. 

L’evento clou di questa edizione, in programma venerdì 26 luglio alle 19 abbraccia una vasta gamma di sonorità, organici, generi e provenienze geografiche degli artisti coinvolti: la serata verrà aperta dal pianista jazz e compositore Mario Ganau con il suo “SOLO”, laboratorio di sperimentazione sonora con l’utilizzo del “live coding” come vero e proprio strumento di espressione, e l’apporto di sintetizzatori analogici e altri mezzi espressivi; seguirà il duo Medit & Lacana con “PELLEGRINI”, già noti singolarmente come artisti, che regaleranno al pubblico un magico miscuglio di sonorità folk e underground. Chitarra, violoncello, strumenti a percussione e due splendide voci intrecciate faranno da contesto sonoro per un live indimenticabile; il cantautore Beeside, pseudonimo di Federico Pazzona proporrà il suo “A HOME MADE SPACECRAFT”,  progetto musicale che affonda le radici nel cantautorato di matrice britannica e traccia percorsi e connessioni fra tradizioni e stili, riportando all’interno di una dimensione intima e personale una summa di emozioni, esperienze e sonorità, distillate in una forma-canzone intensa e immediata; infine, il cantautore, pianista e violinista Raffaele Puglia con “QUELLO CHE NASCONDO”, progetto cantautorale, sintesi di tutto il suo percorso personale, raccontato attraverso le parole dei testi da lui composti. Raffaele Puglia, laureato al conservatorio in pianoforte jazz, autore di testi e interprete, pur rimanendo coerente con il panorama pop-rock italiano con un orecchio proiettato alla musica del mondo, porta al suo interno le su diverse influenze musicali.

La serata si concluderà con il DJ SET di Nazar al secolo Giuseppe Hussein. Con una selezione musicale varia, Nazar offrirà momenti di intrattenimento e ascolto. Dalle ritmiche più energiche ai brani più raffinati, ogni set è un viaggio sonoro che cattura e trasporta il pubblico in un’esperienza musicale indimenticabile.

Mario Ganau - SOLO

“SOLO” nasce e prende forma durante questi ultimi due anni in cui ho frequentato un master in Live Electronics al Koninklijk Conservatorium di Anversa. Sono stati per me due anni molto intensi, nei quali mi sono fortemente messo in discussione come musicista, come compositore e come performer. Questa esperienza ha dato vita a un laboratorio di sperimentazione sonora, dove ho approfondito l’utilizzo del “live coding” come vero e proprio strumento di espressione, così come l’utilizzo di vari sintetizzatori analogici e altri mezzi espressivi. Non saprei identificare con chiarezza che genere di musica viene fuori da questa ricerca e, a dirla tutta, non mi va neanche di cercare una definizione. Al suo interno si raccoglie il frutto dei miei ascolti, della mia passione per l’improvvisazione e per la ricerca timbrica, e di tutto quello che ho vissuto ultimamente, come essere umano.” Pianista, Compositore, Producer. Diplomato in pianoforte Jazz con il massimo dei voti al conservatorio “G.P. Da Palestrina“ di Cagliari. Ha seguito Master Class con D.Douglas, S.Coleman, Butch Morris, John Taylor, Drew Gress, Kenny Werner, Franco D’Andrea, Anders Jormin, Dado Moroni, Kenny Barron, Stefano Battaglia e tanti altri.

Medit & Lacana - PELLEGRINI

Questo di Medit & Lacana sarà un set esclusivo per Cavart. I due artisti, già noti singolarmente, saranno uniti all’insegna di una intensa collaborazione che regalerà al pubblico un magico miscuglio di sonorità folk, underground, con sguardi e vedute aperti.
Chitarra, violoncello, strumenti a percussione e due splendide voci intrecciate faranno da contesto sonoro per un live indimenticabile.

Beeside – A HOME MADE SPACECRAFT

Beeside (pseudonimo di Federico Pazzona) è un progetto musicale che affonda le radici nel cantautorato di matrice britannica e traccia percorsi e connessioni fra tradizioni e stili, riportando all’interno di una dimensione intima e personale una summa di emozioni, esperienze e sonorità, distillate in una forma-canzone intensa e immediata. Basandosi sulla combinazione tra voce e chitarra in fingerpicking, e mescolando armonizzazioni e soluzioni sonore delicate e calibrate con testi diretti e aggressivi, Beeside propone nel 2012 il suo primo disco, “Mood Spirals” (Seahorse/Red Birds), il primo punto fermo di un percorso dinamico e in continua evoluzione che approda nel secondo lavoro, “Lullabies of Love and Hate “.

Dopo numerosi live in Sardegna e nel resto del territorio nazionale e una lunga pausa, il secondo lavoro in studio del songwriter prende le distanze in maniera decisa dal disco d’esordio, pur mantenendo intatta la cifra stilistica (anzi portandola a maturazione) che contraddistingue questo artista: si tratta di un lavoro di natura schiettamente intimista, più ruvidamente folk nella ricerca di un sound scarno ed essenziale. Gli arrangiamenti sono quasi interamente affidati a chitarra acustica e voce, poche le tracce in cui fanno comparsa altri strumenti. Il titolo omaggia uno dei maggiori cantautori contemporanei, Leonard Cohen, e allude anche a una presa di posizione: la volontà di tornare a una musica “nuda”, al songwriting nella sua accezione più classica e tradizionale.

Le nove tracce che lo compongono costituiscono altrettanti episodi in cui la filastrocca e la favola collimano all’interno di strutture sonore minimali ma estremamente articolate a livello compositivo, registrate da Marco Marini in modo da rendere con naturalezza e senza filtri il percorso creativo ed emotivo di cui questo disco è il risultato.

Raffaele Puglia – QUELLO CHE NASCONDO

Nato in una famiglia di musicisti nel 1995, Raffaele Puglia è cantautore, pianista e violinista.

A 9 anni inizia a studiare violino e pianoforte e contemporaneamente si appassiona alla composizione e impara a suonare la chitarra. Nel 2012 entra in veste di tastierista nel progetto reggae “Arawak” con il quale incide gli album “Zero” (2015) e “To The Foundation” (2018).

Sempre nel 2012 una borsa di studio gli permetterà di frequentare il “C.E.T.” (Centro Europeo di Toscolano) del leggendario “MOGOL”, che lo rivedrà tornare questa volta iscritto come autore di testi e interprete negli anni 2022 e 2023. Nel 2015 vince il primo premio nel concorso per cantautori “A.SQUARCIAGOLA” a Sassari, evento che gli permetterà di suonare al festival “ABBABULA” della stessa città. Laureato al conservatorio in pianoforte Jazz è attualmente iscritto al biennio specialistico. Parallelamente porta avanti il suo principale progetto di cantautore con il quale è al lavoro per il suo primo album. Nell’ultimo anno si è esibito in contesti locali dove ha riscontrato un notevole feedback sia per la qualità musicale del suo live e dei musicisti che lo accompagnano (Giada Moschella, Cristiano Caria, William Calledda e Andrea Budroni) sia per la profonda e suggestiva onda delle sue canzoni e dei suoi testi.

Nazar - DJ set

Nazar, al secolo Giuseppe Hussein, porta in scena un DJ set unico e coinvolgente. Con una selezione musicale varia, Nazar saprà farvi ballare e divertire, ma anche offrire momenti di intrattenimento e ascolto. Dalle ritmiche più energiche ai brani più raffinati, ogni set è un viaggio sonoro che cattura e trasporta il pubblico in un’esperienza musicale indimenticabile.

PER INFORMAZIONI

Puoi scriverci per email o su Whatsapp

BIGLIETTI CAVART 2024

I biglietti saranno acquistabili direttamente alla Cava di tufo il 26 Luglio.

Biglietto intero

€10

Ridotto residenti

€5

Fino ai 12 anni

Ingresso gratuito

CALENDARIO

Domenica 30 Giugno, ore 18.30. Piazzale della Chiesa di San Giovanni. In collaborazione con La Boulangerie Da Mario e Barbados

Aspettando Cavart

Tenute Dettori, Sennori

Sabato 6 Luglio, ore 19

Aspettando Cavart

Cantine Sorres, Sennori

Domenica 14 Luglio, ore 19

Sabato 20 Luglio, ore 19

Venerdi 26 Luglio, ore 19

Ginette et son monde

Biografia

Céline Brynart

Si forma alla ‘Scuola di Circo’, all’Espace Catastrophe’ e alla ‘Scuola Internazionale di Teatro Lassaad’ di Bruxelles (metodo Lecoq).
Si appassiona al clown e studia con Carina Bonan, Micheline Vandepoel, Kevin Brooking e Eric de Bont.
Nel 2001 crea, insieme a Eva Kahan, ‘La Compagnie du Pingouin Quotidien’, associazione culturale impegnata nella promozione di circo e teatro. Partecipa e scrive vari spettacoli e progetti di circo, circo-teatro, teatro di strada e danza tra cui ‘Les Motasses’, spettacolo di acrobazie clownesche in motorino, di e con Céline Brynart e Sara Micol Natoli; ‘Raoul et Compagnie’, spettacolo di circo della Compagnia ‘Le Plat Pays’; ‘Aller Simple’, spettacolo di circo-teatro con la regia di Micheline Vandepoel; scrive insieme a Jordi L. Vidal varie coreorgrafie per ‘Le Bal Moderne’ progetto di danza organizzato da P.A.R.T.S. Bruxelles; ‘Viola e le sue Valigie’ spettacolo di clown per ragazzi di Céline Brynart e Maurizio Giordo; ‘Pomme de Ginette’ numero di clown; ‘Spoon Surf’ numero di clown con Maurizio Giordo.
Dal 1996 insegna il circo a piccoli e grandi (Ecole de cirque de Bruxelles, Espace Catastrophe e in diversi contesti in Sardegna), e teatro, movimento e danza-contact. Dal 2021 attrice nella produzione Theatre en vol “Il grande spettacolo della fine del mondo”.